+39 06 4885895     
Tre cibi da affiancare ai medicinali per combattere l’influenza
Tre cibi da affiancare ai medicinali per combattere l’influenza

L’influenza è un disturbo che arriva da microrganismi, i quali tendono a mutare continuamente, di natura batterica o virale, favoriti dall’arrivo del freddo e dalle temperature basse che abbassano le nostre difese immunitarie. Poniamo prima il punto su un aspetto relativo alla cura dell’influenza: gli antibiotici sono appropriati solo in caso di infezioni batteriche, ma assolutamente inutili, e quindi sprecati, in caso di infezioni virali, per tale ragione vanno assunti solo su prescrizione medica.

Oltre che con i medicinali possiamo dare manforte al nostro organismo grazie all’alimentazione, vediamo insieme i tre cibi che possono aiutarci a combattere il disturbo.

Zenzero

Lo zenzero è una pianta erbacea che rinforza le difese immunitarie, combatte la nausea, supporta la digestione e attiva il metabolismo. La parte della pianta utilizzata come spezia è il rizoma, ovvero quella parte del fusto che si trova sotto terra.

Ha un buon contenuto di vitamina C, vitamina B6 e folati. Tra i minerali presenti in esso ci sono potassio, rame, manganese e magnesio. Ha un’azione antiossidante e antinfiammatoria: il gingerolo riduce la sintesi di mediatori dell’infiammazione, come prostaglandine, leucotrieni, e citochine tra cui interleuchina e, lo shagaolo, riduce anche l’espressione di geni legati a processi infiammatori nei macrofagi.

Infine, i composti bioattivi dello zenzero possono supportare l’azione degli antibiotici nel trattamento di patologie da batteri resistenti, in quanto svolgono un’azione antibatterica nei confronti di batteri periodontali e di alcuni ceppi di Helicobacter pylori.

Arancia

Le arance sono considerate dei frutti benefici per la salute soprattutto per la loro ricchezza di vitamina C, utile soprattutto nella prevenzione del raffreddore e dei malanni stagionali, in quanto rinforza il sistema immunitario. Inoltre il loro contenuto di potassio le rende benefiche per il cuore e la circolazione e hanno proprietà antiossidanti, rinfrescanti e astringenti.

La loro ricchezza di fibre stimola l’apparato digerente per aiutarlo nell’eliminazione delle tossine e sono una fonte importante di vitamine e di sali minerali e contribuiscono a favorire l’assorbimento del ferro contenuto nei cibi vegetali, rendendo il nostro organismo più forte.

Non abbiamo nominato il pompelmo, ancor più ricco di vitamina C, perché in esso è presente la naringina, che sembra avere delle interazioni con le cellule del fegato, nelle quali inibisce certi enzimi deputati alla metabolizzazione di farmaci.

Propoli

La propoli uno dei migliori antibatterici naturali, grazie alle sue capacità sia batteriostatiche che battericide: contrasta la proliferazione dei germi e svolge anche una valida azione su molti ceppi di virus, tra cui diversi virus influenzali, alcuni rhinovirus e il virus che causa l’herpes simplex. Agisce stimolando il sistema immunitario ed è un utile sostegno per il corpo contro l’attacco di agenti patogeni.

I flavonoidi, inoltre, rinforzano le pareti capillari, e hanno un’azione di prevenzione della permeabilità e fragilità capillare.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci! Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

© Farmacia Santa Chiara della Dr.ssa Gisella Colangelo e C. SAS - P.iva 05006251002
privacy / web agency